La mappa è stata disegnata a matita nel 1852 in “Scala cinquecento canne siciliane” da Francesco Sidoti, della famiglia ricordata dai toponimi Cala Sidoti e Via Sidoti. L’autore ha disegnato anche una planimetria molto dettagliata del centro abitato. Il disegno reca la scritta “Fatta da Francesco Sidoti copiata dall'originale di Michele Russo Agosto 1852”, cioè è copia della prima pianta dell’isola dopo la colonizzazione redatta da Don Michele Russo, l’economo-vice Parroco della Chiesa di Ustica dal 1817 al 1828 e nato nell’isola nel 1765, solo due anni dopo l’arrivo dei primi coloni. Il Russo ha lasciato una storia dell’isola, la Memoria sull’isola di Ustica, pubblicata post mortem nel 1875, in “Effemeridi Siciliane”, serie terza, vol. 1 e, nel 2005, dal Centro Studi. L’interessante introduzione di A. Arietti, oltre a fornire notizie sull’isola, contiene l’annotazione:“Il sig. A. Favaloro conserva ancora una carta topografica [...] fatta dal Russo con molta precisione malgrado la mancanza di strumenti geodetici e trigonometrici, sulla quale il capitano Smyth [nel 1815] della marina inglese, segnò con inchiostro rosso i gradi di longitudine e di latitudine”. La pianta del Sidoti, molto precisa e dettagliata, riporta l’indicazione grafica dei Gorghi, della [pubblica] Cisterna dei piatti, delle torri e delle garitte ed i seguenti toponimi: Cala S. Maria, Torre di S. Maria, Punta S. Ferlicchio, Punta S. Francesco, Molino a vento, Garitta sotto il Molino, Grotta delle Colombe [Grotta Azzurra], Grotta del Lambicco [Grotta S. Francesco], Cala San Paolo, Casa e Garitta e Punta di S.Paolo, La Galera, Garitta sopra la Galera, Garitta dell'Arso, Garitta e Punta dell'Alpa [sic], Grotta del Tuono, Garitta sotto l'Ingargiola, Scaro di Barca [Cala sotto il faro di P.Cavazzi], Punta della Torre dello Spalmadore, Scaro dello Spalmadore, Spiaggia sotto Burgarello, Cala sotto Sidoti, Scoglio del Medico, Gorgo di Baggiano, Passo della Madonna, Cala del Passo della Madonna, Garitta del Rosso, Gorgo Salato, Garitta del Gorgo Salato, Casa e Garitta e Punta del Colombaio, Gorgo del Maltese, Garitta sotto La Rosa, Cala dei Giaconi, Punta del Leone, Grotta di Blasi, Cisterna dei piatti, Rivellino di S Giuseppe, Forte e montagna della Falconiera, Il Calvario, Gorgo di Cajezza, Gorghi dell'Oliastrello, Mezzogiorno sopra via, Mezzogiorno sotto via, L'Arso, L'Oliastrello, Tre Gorghi, Spalmadore, Tramontana sotto via, Tramontana sopra via, Guardia del Turco, Montagna del Cavaliere.

La pianta è stata riprodotta nelle misure originalidal Centro Studi nel 1999.